Menu

Rio RioRooms Rooms

scopri ciò che ci circonda

Il Territorio

Le prime notizie di Riomaggiore risalgono a metà del XII secolo, quando gli abitanti delle zone collinari
sopra al borgo decisero di giurare fedeltà alla Repubblica di Genova:
i piccoli insediamenti sparsi di mezza costa, Casen, Cacinagora, Saricò e Lemen decisero
di confluire alla foce del “Rivus Major”, dando vita nel 1251 al borgo marinaro di Riomaggiore.
Il paesaggio, che si sviluppa in verticale con una tipica struttura a gradoni, è caratterizzato da schiere
di “case torri” medievali, abitazioni sviluppate in altezza su tre o quattro piani, legate le une alle altre in schiere parallele e tinteggiate con i tipici colori liguri.

Le costruzioni partono dal basso, fondate sugli archi dei vecchi magazzini per il vino, e si arrampicano fino al castello,
rendendo la marina del borgo uno spettacolo visivo unico. I palazzi hanno tipicamente due ingressi, uno nella parte bassa e uno nella parte posteriore,
solitamente più in alto. Gli edifici furono costruiti in questo modo non solo per le ripide colline, ma anche per ragioni di sicurezza,
in modo che gli abitanti potessero fuggire in caso di attacchi saraceni.

Cinque Terre

L’Unesco ha dichiarato nel 1997 le Cinque Terre “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”.
La fascia costiera delle Cinque Terre, costituita dai borghi di Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore,
si estende per circa 15 Km e rappresenta una delle aree mediterranee naturali e seminaturali più belle ed estese della Liguria.

Le attività umane, specialmente la viticoltura, hanno contribuito a creare un paesaggio unico al mondo,
caratterizzato dai terrazzamenti sostenuti dai tipici "muri a secco", frutto del secolare e duro lavoro dell’uomo.

Il mare cristallino, una rete di sentieri molto ricca e curata e il clima
mite hanno fatto sì che le Cinque Terre divenissero una delle mete di turismo più ambite al mondo.
Le condizioni climatiche permettono la coltura dell’olivo, degli agrumi e in particolare la viticoltura,
che garantisce la produzione del vino passito Sciacchetrà, famoso in tutto il mondo.

Scopri Cinque Terre Trekking!

Sentieri

se vuoi rimanete aggiornato sull'accessibilità della rete sentieristica del Parco Nazionale delle Cinque Terre
consulta questo link http://www.parconazionale5terre.it/rete-sentieristica.php

Il Parco Nazionale Delle Cinque Terre

L'Ente parco, è stato istituito nel 1999 con il mandato di "conservare un territorio di rilievo internazionale
(inserito nella Word Heritage List dell'Unesco) a beneficio delle generazioni presenti e future"
e con la missione di: conservare la biodiversità, le formazioni geomorfologiche ed i valori del paesaggio
culturale applicare metodi di gestione finalizzati all'integrazione tra uomo e ambiente naturale promuovere

e realizzare attività di educazione, formazione e ricerca scientifica
difendere e ricostituire gli equilibri idraulici e idrogeologici promuovere ed incentivare le produzioni locali.
Parco Nazionale delle Cinque Terre con i suoi 3.868 ettari è il Parco Nazionale tra
i più piccoli d'Italia e allo stesso tempo il più densamente popolato, con circa 4.000 abitanti
suddivisi in cinque borghi: Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso al Mare.

Qui l'uomo in più di mille anni ha "modificato" l'ambiente naturale sezionando gli scoscesi pendii
delle colline per ricavarne strisce di terra coltivabili, i cosidetti ciàn, sorrette da chilometri di muretti a secco.

Questo è il vero tratto identitario delle Cinque Terre, con un paesaggio atipico e fortemente antropizzato:
ecco perchè è il Parco dell'Uomo, un territorio diventato Patrimonio Mondiale dell'Umanità